Quali sono i vantaggi di Fondartigianato? Risponde Marilena Coringrato

marilena coringrato fondartigianato

Nel corso di questi ultimi anni, la formazione è diventata sempre più uno strumento chiave per farsi trovare pronti all’innovazione, diventando protagonisti del cambiamento. Gli incrementi dei costi dell’energia e delle materie prime, causate dal conflitto tra Russia e Ucraina, produrranno diversi effetti sull’artigianato, che dovrà aggiornare i propri processi e adeguarsi per restare competitivo.

Al fine di far fronte ai numerosi cambiamenti che sono in corso in questi anni, Fondartigianato viene in soccorso delle piccole aziende che non vogliono farsi trovare impreparate di fronte ai cambiamenti futuri. Si tratta del primo fondo interprofessionale per la formazione continua istituito in Italia, e da oltre vent’anni porta avanti la sua missione di promuovere e finanziare la formazione per imprese e lavoratori. Per capire meglio il funzionamento di questo fondo interprofessionale, ne parliamo con Marilena Coringrato dell’area Conto Formazione di Forma-Tec.

Quali sono gli obiettivi da perseguire attraverso Fondartigianato?

“L’obiettivo principale è quello di portare avanti delle iniziative di formazione continua all’interno di piani formativi elaborati in sede di dialogo sociale. Al primo posto ci deve essere sempre la valorizzazione delle risorse umane e delle piccole e medie imprese, e mi preme sottolineare il fatto che quando parliamo di questa misura ci rivolgiamo in realtà soprattutto alle micro imprese, quelli che hanno pochissimi dipendenti, a volte anche uno solo. Anche in questo caso si può infatti aderire alle iniziative di Fondartigianato, attraverso il quale è possibile gettare le basi per il rilancio e il consolidamento di un’economia nella quale venga riconosciuto il giusto ruolo anche alle imprese meno grandi”.

Come è possibile accedere ai finanziamenti?

“Fondartigianato non opera attraverso il conto aziendale, ma esclusivamente tramite bandi pubblici denominati inviti. Come Forma-Tec, il nostro obiettivo è quello di presentare progetti sulle risorse stanziate attraverso i bandi: sulla base di questo, possiamo analizzare i bisogni formativi ed elaborare un progetto formativo che possa andare incontro alle esigenze aziendali mantenendo una coerenza con l’avviso. Questa è una condizione importante per far sì che la richiesta di finanziamento venga approvata: come avviene in tutti i fondi interprofessionali, anche nel caso di Fondartigianato la mission primaria è quella di svolgere un’analisi dei fabbisogni aziendali. Il nostro compito prosegue poi con tutta la consulenza nei confronti dell’azienda, quindi ci occupiamo – se necessario – di trovare i docenti, di predisporre aule virtuali o in presenza e monitorare le presenze dei partecipanti per poi svolgere la rendicontazione finale da presentare al fondo per ottenere l’erogazione del contributo”.

Qual è il vantaggio principale di scegliere questo fondo interprofessionale?

“Uno dei punti di forza di Fondartigianato è la rapidità dei tempi di concessione ed erogazione dei contributi. Non vi è un limite di anzianità di iscrizione per presentare i progetti, e i contributi possono essere richiesti per la copertura totale o parziale dei costi sostenuti per la progettazione, erogazione, verifica di impatto e efficacia della formazione. Il fondo finanzia quindi progetti di formazione, voucher formativi e acquisto di servizi formativi. In un periodo come quello che stiamo vivendo è importante aderire a un fondo che permette di avere risposte e finanziamenti in tempi molto rapidi”.